Chatbot: l’intelligenza artificiale che ci aiuta anche in casi di emergenza

03-03-2020   Fabio Mazzocchio Blog

 

I social sono da sempre un'arma a doppio taglio. In questo caso stanno aiutando ad informare la popolazione sul tema Coronavirus o stanno creando puro allarmismo?

 

 

L’ emergenza corona virus ha messo in allarme anche il web. Quanti di noi hanno cercato informazioni online, condiviso sui social informazioni e letto articoli, costruendo un bagaglio di conoscenza personale sull’argomento.

Il rischio che si corre è di incontrare fake news, creare allarmismo e diffondere disinformazione.

 

 

Come ausilio alla corretta ricerca di informazioni certificate è stato usato il chatbot: un assistente che risponde a domande più o meno particolari su diversi argomenti. In questo caso più specifico è stato realizzato per questa circostanza critica.

 

 

Paginemediche, ad esempio, è da sempre attenta alle esigenze informative che i pazienti hanno e sulle opportunità che la tecnologia può offrire come supporto ai medici. Da poche settimane il portale ha reso disponibile anche una “Info-Chat Coronavirus”, sviluppata a partire dalle Linee Guida del Ministero della Salute.

  

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il chatbot simula una conversazione con un medico, in base ai sintomi dichiarati, capire come è più adeguato comportarsi.

Inoltre è pensato come ausilio ai medici, che iniziavano ad essere inondati di richieste e visite non necessarie, allo stesso tempo  riuscire a gestire in modo veloce  il processo di individuazione di  eventuali casi sospetti .

 

 

Funzionamento

 

è molto semplice: cliccando sull’icona “Info-chat Coronavirus" apparirà una schermata di dialogo e attraverso una serie di brevi domande, indagherà sui comportamenti considerati a rischio e gli eventuali sintomi manifesti. L’insieme delle risposte fornirà all’utente un parere sui possibili gradi di rischio (da nullo a sospetto contagio) e come sarà meglio agire per salvaguardare la propria salute.

 

 

Oltre a ciò la versione del chatbot è sempre aggiornata sulla base delle linee guida del Ministero della Salute.

 

 

 

Le persone possono accedere al chatbot per prendere tutte le precauzioni utili a ridurre il contagio in modo utile veloce e innovativo che permette di ricevere notizie certificate evitando di intasare call center e le linee telefoniche delle strutture sanitarie.